P1060090

POLVERE

Festival in Castell’Arquato
“Le anime della chitarra”
Presenta
“Polvere”
dal diario di viaggio africano di
Giovanni Zilioli
15 settembre 2012
opera – installazione di
Dino Molinari
materiali usati:
40 libri dipinti di terra
Tessuto non tessuto
4 candele accese
Tavola dipinta di terra su cui è fissato un libro aperto
con l’immagine di “Lawrence” e la poesia
tratta dal libro “Polvere” di Giovanni Zilioli

 

Appunti per comprendere come e perché è nata quest’opera: “Polvere”

Libri dipinti con polvere di terra impastata con acqua. Sullo strato di terra ho tracciato segni e parole tratte dagli scritti di Giovanni che compongono il libro “Polvere”.

Ho immaginato Giovanni nell’atto di scrivere, con un pezzo di legno, sulla terra che ha calpestato nel suo viaggio; e ho immaginato, come in un sogno, di raccogliere dalla terra queste frasi e, come fossero libri stampati, depositarli sul pavimento di questa stanza, come frammenti di un cammino fisico e spirituale.

Così come l’immagine “sfumata” di Lawrence sembra “dissolversi” nel paesaggio così le parole lasciate su queste pagine di terra “scompariranno” lentamente nella terra stessa.

Solo il ricordo, il segno, l’emozione che queste parole avranno lasciato nella nostra memoria, sulla nostra anima, avranno un peso per noi.

Questa installazione è la mia interpretazione del diario di viaggio “Polvere”, è l’immagine cresciuta in me, leggendo e rileggendo il testo, lasciandomi penetrare dalle parole che lasciavano segni.

…magari per poco e per breve,

ma non è breve durata la “cosa” che penetra e resta:

è come il seme che cresce,…

Dino Molinari settembre 2012